IMG 0886

 

Il Bolzano deve rinviare ancora l’appuntamento con la prima vittoria in trasferta;

lo fa nella maniera più amara possibile, perdendo ai tiri di rigore un match che, fino al 36:08 stava largamente conducendo per 1-5; il Graz trovava la forza di riportarsi ad una sola rete di svantaggio, sfiorava il pari, poi le reti di Smith e Petan (doppietta per entrambi) sembravano aver rimesso al sicuro il punteggio, ma Brophey e Woger ridavano speranze ai padroni di casa che, al 59:55, dopo che gli arbitri hanno fischiato un icing molto dubbio agli ospiti, trovano un insperato pareggio con Buzzeo e poi portano a casa la vittoria ai tiri di rigore grazie alle reti di Woger e Oberkofler.

Parte male la gara del Merkur Eisstadion di Graz per il Bolzano; infatti, dopo nemmeno 3 minuti di gioco, i padroni di casa sfruttano il primo powerplay della serata e si portano in vantaggio con uno slapshot di Setzinger che si infila nel sette. I biancorossi, a differenza di altre partite, questa volta reagiscono, annullano la seconda inferiorità numerica comminata ad Oleksuk proprio in occasione del gol avversario sfiorando il clamorosamente il pari con un assolo di Mike Halmo che, davanti a Toivonen colpisce la parte alta della traversa. Il Bolzano comunque non si lascia scoraggiare e per il goalie dei 99ers cominciano i pericoli: dopo altre due occasioni mancate, i biancorossi colpiscono con DeSousa che sfrutta il lavoro di Carlisle e Monardo; il Graz prova a rimettere la testa in avanti, Setzinger chiama ancora Melichercik all’intervento, poi, nel corso dell’ultimo minuto del primo periodo di gioco, i Foxes colpiscono per 2 volte nel giro di 40 secondi: al 19:07 è Austin Smith, sempre più “sniper”, a realizzare la seconda rete biancorossa; al 19:47 il tris lo cala Mike Halmo su assist di Markus Gander mandando le squadre al primo riposo sul punteggio di 1-3.

L’inizio di frazione centrale è da incubo per i 99ers: dopo soli 32 secondi, Kurtis McLean si becca penalità partita per una brutta carica alla testa ai danni di Luca Frigo e, un minuto dopo, tocca a Oberkofler sedersi nel penalty box per uno sgambetto. In 5 contro 3 il Bolzano deborda e segna prima con Petan e poi con Carlisle; i biancorossi provano a gestire la partita, sfiorano la sesta rete in un paio di occasioni, ma una penalità fischiata a Carlisle riapre la partita, visto che con l’uomo in più i padroni di casa accorciano le distanze con Unterweger; i 99ers ci credono e, al 38:56, passano ancora con Brophey. Pochi secondi prima della seconda sirena, ancora Carlisle si prende due minuti di penalità per un crosscheck che costringe i suoi a giocare i primi 106 secondi dell’ultima frazione con l’uomo in meno.

Il penalty killing del Bolzano annulla l’inferiorità numerica ma, al 42:18, Carlsson s’inventa un gol in wrap around che riporta i suoi totalmente in partita. I biancorossi barcollano storditi, collezionano 5 icing di fila e poi si trovano a doversi difendere dagli assalti avversari con l’uomo in meno per una penalità fischiata a Tomassoni. Sfiora il pareggio il Graz con una traversa clamorosa che, per un attimo, fa pensare al gol, ma il Bolzano si salva ancora una volta e coach Pat Curcio si vede costretto a chiamare il time out per spezzare il ritmo avversario. I padroni di casa però continuano a pressare i biancorossi e, in mischia, sfiorano ancora il pari; all’improvviso, Austin Smith va via in contropiede e, solo davanti ad Höneckl, realizza riportando in avanti di due reti il Bolzano. La doppietta dell’ex Innsbruck ridà coraggio ai Foxes che, al 53:27, trovano ancora la via della rete grazie alla doppietta anche di Alex Petan. Il Graz però non è morto e Melichercik compie un autentico miracolo, neutralizzando un velenosissimo tiro avversario, ma nulla può il goalie biancorosso sul tiro di Brophey che porta a 5 le reti dei 99ers. A poco più di 3 minuti dalla fine, viene mandato in panca puniti Domenic Monardo, proprio quando si stà per scatenare l’assalto finale del Graz, che trova la rete del 6-7 con Woger e, a 5 secondi dalla sirena, il Graz trova addirittura il gol del pari con Buzzeo, dopo che gli arbitri hanno chiamato una liberazione vietata al Bolzano quando Halmo stava per realizzare a porta vuota.

Il tempo supplementare vede i biancorossi soffrire per via di una penalità inflitta ad Halmo; il Bolzano tiene duro con le unghie e con i denti, torna in parità numerica e riesce a portarla ai rigori dove, dopo gli errori di Brophey (parato) e Austin Smith (fuori), il Graz segna con Woger e Oberkofler, mentre Petan non riesce a tenere in partita i suoi.

I biancorossi escono quindi dal Merkur Eisstadion di Graz con l'amaro in bocca e l'ultimo posto in classifica; ci vorrà quindi tutto il sostegno possibile domenica sera al Palaonda per la partita contro lo Znojmo; partita (face off alle ore 18:00) che, ricordiamo, sarà anche dedicata alle "leggende" dell'HCB, le quali scenderanno ancora una volta sul ghiaccio a ricevere il caloroso tributo d'affetto da parte dei tifosi del Bolzano.

SEQUENZA RIGORI:

Brophey-parato

Smith-fuori

Woger-gol

Petan-parato

Oberkofler-gol

Riccardo Giuriato

G99-HCB 8-7 dtr (1-3; 2-2; 4-2; 0-0; 1-0 ): 02:42 Oliver Setzinger PP1 (1-0); 11:35 Chris DeSousa (1-1); 19:07 Austin Smith (1-2); 19:47 Mike Halmo (1-3); 23:15 Alex Petan PP2 (1-4); 25:24 Christopher Carlisle PP1 (1-5); 36:08 Clemens Unterweger PP1 (2-5); 38:56 Evan Brophey (3-5); 42:18 Jonathan Carlsson (4-5); 52:08 Austin Smith (4-6); 53:27 Alex Petan (4-7); 55:47 Evan Brophey (5-7); 57:37 Daniel Woger PP1 (6-7); 59:55 Justin Buzzeo (7-7); 65:00 Daniel Woger PS (8-7)

IMG 0884