Commento sito SLZ HCB

E finalmente vittoria fu! Nella partita forse più difficile e più importante di questa parte di stagione,

il Bolzano sfodera una prestazione di cuore e grinta, resistendo stoicamente all’assedio avversario nell’ultimo periodo (16-1 il parziale dei tiri) e portando finalmente a casa i 3 punti che mancavano dalla vittoria interna contro il Fehervar.

Partita molto sentita da entrambe le squadre ed infatti, dopo soli 24 secondi di gioco, gli arbitri mandano Generous ed Angelidis in panca puniti dopo un “chiarimento” che costa ai due giocatori 5 minuti di penalità; il biancorosso viene poi raggiunto, al minuto 2:42, nel penalty box da Glira. La partita nei minuti iniziali è molto spezzettata e ne fanno le spese Harris e Halmo che, al 4:18, si prendono 2 minuti a testa per eccessiva durezza e, 11 secondi dopo, il Salisburgo passa a condurre grazie alla rete di Raymond che sfrutta il perfetto girodisco di Duncan e Hughes. Il Bolzano ha il merito di non disunirsi e comincia pian piano a mettere la testa in avanti e a rintuzzare le offensive avversarie come al minuto 8:10, quando Aleardi s’invola verso Melichercik che ne ferma la conclusione, aiutato dal recupero di Glira. La squadra biancorossa fa quadrato e, in powerplay, colpisce: Gartner dalla blu serve Halmo che tira; sulla traettoria del puck si avventa Alex Petan che insacca per il pareggio. I padroni di casa ci provano, Viveiros chiama Melichercik alla grande parata, ma al minuto 18:09 la “powerplay unit” dei Foxes colpisce ancora e sempre sull’asse Halmo -Petan, con il numero 91 nelle vesti di rifinitore e con il 19 che realizza la sua doppietta personale (terzo gol in due gare). I “tori rossi” non ci stanno e provano subito a pareggiare, ma rimediano soltanto una penalità inflitta a Mat Clark quando mancano 19 secondi alla prima sirena. Esaurita la penalità del numero 7, il Bolzano si trova a gestire una superiorità numerica (out Raymond) ma la gestisce malissimo, rischiando su un tiro di Jakubitzka che colpisce il palo. Salisburgo comincia a mettere pressione, ma i Foxes restano compatti anche se rischiano su diagonale di Herburger che, ancora con l’uomo in meno (out Harris), sfiora il pari per i padroni di casa. Al minuto 30:59, lo stesso Herburger si prende 2+2, ma Melichercik per poco non la combina grossa, uscendo all’avventura dietro alla sua gabbia per giocare un disco che gli viene rubato da un avversario, costringendolo al fallo; in panca puniti ci va lo “sniper” Austin Smith che, al rientro sul ghiaccio, chiama Gracnar al grande intervento. A poco più di un minuto dalla seconda sirena, DeSousa e Petan per poco non puniscono un “buco” della difesa avversaria, ma Gracnar riesce a salvarsi.

Nella terza frazione, Salisburgo comincia a mettere sotto assedio il terzo difensivo e la gabbia biancorossi, Marcel Melichercik deve superarsi in più di un’occasione per evitare il pareggio degli avversari. Il Bolzano prova a spezzare l’assedio avversario con un breakaway di Frigo che serve Smith, ma il numero 16 non riesce a centrare la porta; al minuto 48:10 ultima azione offensiva degna di nota del Bolzano: Oleksuk intercetta un passaggio sulla blu di attacco e s’invola verso Gracnar ma, invece di tirare, il numero 11 prova a servire Smith che non riesce a colpire a causa di un difensore. Da quel momento alla fine è praticamente un monologo RBS, con i biancorossi stretti a difesa della gabbia, mentre gli avversari continuano a bombardarla di tiri; Rauchenwald manca di poco la rete con una fucilata, poi una combinazione Duncan-Hughes viene fermata un attimo prima della deviazione a rete dalla difesa del Bolzano; i biancorossi, che ormai sembrano alle corde, si trovano a dover resistere nel finale con l’uomo in meno a causa della penalità comminata a Petan, ma Salisburgo non riesce più ad esprimere la stessa pressione e l’ultima sirena arriva come una liberazione per i ragazzi di coach Pat Curcio che interrompono la serie negativa dopo 3 sconfitte consecutive.

I biancorossi torneranno sul ghiaccio venerdì 13/10 alle 19.45, quando sul ghiaccio del Palaonda di via Galvani, affronteranno il Medvescak Zagabria e cercheranno di proseguire nella “winning streak”.

Riccardo Giuriato

RBS-HCB 1-2 (1-2; 0-0; 0-0): 04:29 Bobby Raymond PP1 (1-0; 12:22 Alex PETAN PP1 (1-1); 18:09 Alex PETAN PP1 (1-2)

Petan2