Commento sito GRZ HCBUn Bolzano brutta, bruttissima, copia di quello ammirato venerdì sera al Palaonda contro lo Znojmo, naufraga nel “bunker” di Graz, al termine di 60 minuti giocati in maniera scialba, come se la squadra fosse scesa sul ghiaccio di Stiria senza più motivazioni.

Parte subito male la sfida del Merkur Eisstadion per il Bolzano, Pekka Tuokkola non sembra in serata e, dopo aver mancato una presa in maniera goffa, al 2:02 regala la rete del vantaggio ai padroni di casa con un altro intervento piuttosto goffo che concede a Oberkofler la possibilità di insaccare la rete del vantaggio.

Il Bolzano non c’è con la testa, che probabilmente è sulle altre piste ghiacciate, non riesce a reagire ed il Graz ne approfitta, trovando il raddoppio con Evan Brophey al minuto 6:54. I 99ers cominciano a giochicchiare, facilitati anche dalla pochezza espressa dagli avversari, ma al primo powerplay, il Bolzano trova un guizzo d’orgoglio con Gartner che batte Honeckl con un bel tiro dalla media distanza. Nemmeno il tempo festeggiare ed il Bolzano si trova con l’uomo in meno per un fallo inutile commesso da Miceli; il PK biancorosso soffre e ci vuole un salvataggio in extremis di Stefano Marchetti per evitare la terza marcatura e alla prima sirena il Graz è avanti 2-1.

Dopo circa un minuto di gioco del secondo tempo, il Bolzano si trova a giocare un’altra superiorità numerica, ma il powerplay biancorosso sembra avere le polveri bagnate e Honeckl non corre pericoli di sorta. I Foxes sembrano risvegliarsi, alternano buone ma infruttuose iniziative in attacco a buchi paurosi in difesa, concedendo per ben due volte nel giro di pochi minuti l’uno contro zero agli avversari che si vedono fermare da un Tuokkola reattivo. A meno di un minuto dalla sirena, il Bolzano trova un insperato pareggio con DeSousa che è lesto a ribadire in rete un rebound concesso dal goalie avversario su tiro di Miceli.

Nella terza frazione ti aspetti un Bolzano col pugnale fra i denti, ma i biancorossi sembrano quasi in riserva, forse scoraggiati dalle notizie che arrivano da Dornbirn e da Znojmo (dove giocano le dirette rivali per l’accesso alla top six) e, al 42:08, concedono la terza rete agli avversari: ancora Tuokkola che non è perfetto nel respingere un tiro di Brophey e per Woger è un gioco da ragazzi insaccare la rete decisiva.

Il Bolzano avrebbe una marea di tempo per cercare di raddrizzare la partita, ma sembra davvero non averne più e, la penalità comminata a Carlisle a meno di due minuti dalla sirena finale mette la parola fine ad un match davvero brutto in cui ha prevalso la squadra più cinica.

La rincorsa del Bolzano ai playoff partirà dunque dal “relegation round”, nel quale i biancorossi partiranno con un capitale di 2 soli punti; sarà quindi fondamentale cominciare fin da subito a mettere punti in cascina, cominciando già dalla partita casalinga di venerdì sera contro il Fehervar e dalla trasferta di domenica a Znojmo.

Riccardo Giuriato

G99-HCB 3-2 (2-1; 0-1; 1-0): 02:02 Daniel Oberkofler (1-0); 06:54 Evan Brophey (2-0); 14:01 Robin GARTNER PP1 (2-1); 39:12 Chris DESOUSA (2-2); 42:08 Daniel Woger (3-2)