Commento sito GRZ HCBIl “vecchio cuore biancorosso” batte 4 colpi alla Merkur Arena di Graz e riaccende le speranze biancorosse di un posto in postseason; il Bolzano si trova al 4° posto del girone basso, a 2 punti dal Fehervar e a 4 dal Villach. I Foxes si sono finalmente dimostrati più cinici degli avversari e, con un pizzico di fortuna in più, le marcature avrebbero potuto essere molte di più.

L’inizio del match vedeva un Bolzano nervoso e, a tratti, quasi bloccato psicologicamente; il Graz provava a passare ma trovava sulla sua strada un Pekka Tuokkola in versione super-extra-lusso che chiudeva ogni spazio, ogni tentativo agli avversari. Il Bolzano si faceva vedere solo con delle rade puntate in avanti e, durante una di queste, trovava la rete del vantaggio con Matias Sointu, bravissimo a ribadire in rete un rebound concesso dal goalie avversario sul tiro di Alex Petan. Il gol sblocca i biancorossi che, al minuto 11:18 trovano il raddoppio grazie ad Austin Smith che devia in rete un tiro dalla blu di attacco di Daniel Glira. I padroni di casa provano a mettere sotto assedio la porta del Bolzano, ma Tuokkola e compagni fanno buona guardia e i 99ers non riescono a concretizzare le occasioni. Alla prima sirena il punteggio è quindi di 0-2 in favore dei Foxes che sul finire di frazione sfiorano il tris in un paio di occasioni.

l’inizio della frazione centrale è dio marca biancorossa, ma i padroni di casa riprendono in mano il pallino del gioco e, in superiorità numerica (out Petan per gancio con bastone), vanno vicini alla marcatura, talmente vicini che gli arbitri devono ricorrere all’istant replay per non concederla, in quanto il disco non oltrepassa del tutto la linea rossa. Gol mancato, gol subito; questa volta sono i biancorossi a beneficiarne grazie alla deviazione volante di Miceli sul blueliner di Tomassoni poco prima di metà partita. Gli arancioneroverdi provano a tornare in partita ma tuokkola para e respinge tutti i dischi che gli passano vicino e, quando non ce la fa, deve ringraziare la mira sbagliata degli avversari, come quando Woger spara a lato da ottima posizione, vanificando una bella azione di Higgs e Oberkofler e così, alla seconda sirena, il punteggio è di 0-3 in favore degli ospiti.

Nella terza ed ultima frazione di gioco, il Graz supera indenne la prima inferiorità numerica del match, ma lentamente abbassa il baricentro, mentre il Bolzano gioca un hockey quasi accademico, senza rischiare più del dovuto e, quando anche succede, ci pensa Tuokkola a salvare tutto.

Il Bolzano prima sfiora il poker con Lakos che deve inventarsi un salvataggio da antologia dopo che il portiere dei 99ers si è fatto uccellare sulla propria linea blu, ma al 55:56 Chris DeSousa realizza l’empty-net gol che chiude il definitivamente il match.

I biancorossi torneranno sul ghiaccio sabato alle 17:30 quando al Palaonda riceveranno la visita dei “mastini” del Dornbirn, squadra che guida il girone “basso” con 12 punti (7 in più dei biancorossi). Un’ ottima occasione per fare loro l’ennesimo sgambetto stagionale.

Riccardo Giuriato

G99-HCB 0-4 (0-2; 0-1; 0-1): 07:40 Matias SOINTU (0-1); 11:18 Austin SMITH (0-2); 29:50 Angelo MICELI (0-3); 55:56 Chris DESOUSA EN (0-4)

 

Risultati

G99-HCB 0-4

VSV-ZNO 4-2

DEB-FAV 4-3

 

Classifica

  1. DEB 12

  2. VSV 9

  3. FAV 7

  4. HCB 5

  5. G99 4

  6. ZNO 3