HCB ZNO 3Il Bolzano si concede l’accesso alla post season per il quinto anno di fila, ma lo fa al termine di una partita al cardiopalma contro il più che mai ostico Orli Znojmo; i moravi, all’ultima partita ufficiale della stagione, pur scesi al Palaonda con una rosa ridotta all’osso, si sono dimostrati un osso davvero duro da rosicchiare per le volpi ed hanno concluso il primo tempo in vantaggio di ben 3 reti.

L’inizio della prima frazione vede le volpi biancorosse cercare di fare la partita, ma le occasioni da rete latitano, eccezion fatta per la discesa solitaria di Sointu che, poi, apre troppo il diagonale e sfiora il palo. Lo Znojmo, che non è sceso al Palaonda per fare la vittima sacrificale reagisce, spreca una superiorità numerica e, al minuto 14:05, passa a condurre con un diagonale all’incrocio di Radek Cip. Il Bolzano si getta subito in avanti alla ricerca del pari, ma sbaglia diverse occasioni, la più ghiotta delle quali capita sulla stecca di DeSousa che, a causa della deviazione di Schwarz, non riesce a realizzare.

La legge “gol sbagliato, gol subito” colpisce per l’ennesima volta al Palaonda: al 18:46 Zajic tira dalla blu ed il disco, dopo un paio di rimpalli, s’infila in rete; passano 24 secondi e lo Znojmo cala il tris con un rovescino di Spacek che, dimenticato dalla difesa biancorossa, realizza la rete dello 0-3 con cui si chiude la prima frazione.

Coach Suikkanen deve aver dato la “sveglia” ai suoi giocatori durante la prima pausa, perché nei secondi 20 minuti di gioco, il dominio biancorosso è assoluto; Marek Schwarz si vede arrivare una valanga di dischi e la difesa morava non riesce a liberare la zona e spesso deve giocare in apnea. Dopo una rete non concessa a causa di un difensore che salva sulla linea su tiro di DeSousa, il Bolzano riesce a trovare la via della rete grazie a Domenic Monardo che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali; la rete pare dare coraggio ai padroni di casa che, poco dopo, colpiscono una traversa clamorosa con un siluro di Gartner.

Al minuto 34:04 il Bolzano accorcia ulteriormente le distanze: Luca Frigo, autore di una buona partita, sfrutta la scivolata di un difensore avversario per servire Daniel Frank nello slot; il numero 94 controlla e poi infila il disco in rete. A 41 secondi dalla seconda sirena, il Bolzano trova anche la rete del pari grazie alla rete di Alex Egger che spedisce in rete un assist al bacio di Angelo Miceli.

Terzo drittel da cuore in gola per i 4300 del Palaonda: lo Znojmo si fa pericoloso in più occasioni , mentre il Bolzano pare badare più a non scoprirsi, lasciando così l’iniziativa nelle mani degli avversari; la squadra di casa viene fuori nella seconda metà della frazione e sfiora la rete della vittoria con Monardo e DeSousa. I minuti che portano all’ultima sirena paiono eterni agli spettatori, perché il Fehervar sta vincendo a Graz ed il Bolzano sembra in difficoltà. Alla sirena il Palaonda esplode in boato di gioia: il punto che serviva per qualificarsi è stato conquistato e, dopo l’overtime terminato a reti bianche, Mike Halmo consegna la vittoria al Bolzano realizzando il primo rigore della serie.

HCB ZNO 4foto di Andrea GIOVANAZZI - HCBfans.net

I biancorossi si troveranno a dover affrontare nei quarti di finale la squadra del Klagenfurt che, in questa stagione, ha sempre fatto bottino pieno contro i Foxes. La prima partita sarà venerdì 9/3 in Carinzia.

Riccardo Giuriato

HCB-ZNO 4-3 d.t.r. (0-3; 3-0; 0-0; 0-0; 1-0): 14:05 Radek Cip (0-1); 18:46 Josef Zajic (0-2); 19:10 Marek Spacek (0-3); 27:34 Dominic MONARDO (1-3); 34:04 Daniel FRANK (2-3); 39:19 Alexander EGGER (3-3); 65:00 Mike HALMO PS (4-3)

Serie dei rigori

Mike HALMO (GOL)

Radek Cip (FUORI)

Angelo MICELI (FUORI)

Tomas Guman (PARATO)

Stefano MARCHETTI (PARATO)

Marek Biro (PARATO)

 

Risultati

G99-FAV 1-2

HCB-ZNO 4-3 d.t.r.

DEC-VSV 5-1

Classifica

  1. DEC 28*

  2. HCB 21*

  3. FAV 20

  4. ZNO 14

  5. VSV 12

  6. G99 8

    *qualificata per i playoff

Quarti di Finale (serie best of seven)

VIC-IBK

RBS-DEC

EWL-MZA

KAC-HCB