HCB Zagabria 1Il Bolzano torna alla vittoria al Palaonda battendo per 5-1 un malcapitato, ma sempre rognoso, Zagabria; il punteggio non tragga in inganno, perchè i biancorossi solo nel finale arrotondano il punteggio, domando degli avversari perennemente arroccati in difesa e poco propensi ad aprire il gioco.

Primo tempo dominato largamente dal Bolzano che arriva abbastanza facilmente davanti alla gabbia di Rosandic, ma non riesce mai a trovare l'ultimo passaggio. Apre le danze delle occasioni Mike Blunden, ma trova il portiere avversario a bloccargli il tiro; poco dopo è il turno di Mackenzie che, al termine di un velocissimo contropiede, serve al centro anziché tirare, dando modo alla difesa croata di ripartire. Dopo un tentativo di Sylvestre, il Bolzano sfiora ancora la rete con Frank e Bernard, ma Rosandic non si lascia bucare.

La prima penalità del match è a carico del Bolzano, a sedersi in panchina è Dan Catenacci. Il penalty killing dei biancorossi è semplicemente perfetto e costringe spesso gli avversari dietro la propria gabbia. Quello che il Bolzano riesce a fare con l'uomo in meno, non gli riesce con l'uomo in più, infatti la prima superiorità numerica per i biancorossi viene sprecata; non così la seconda: Tim Campbell vede Insam libero sulla blu di attacco e lo serve, 4/5 pattinate del numero 8 dei Foxes che non lascia scampo a Rosandic.

Lo Zagabria prova ad aumentare la pressione e, grazie ad un errore (l'ennesimo) in uscita di zona del Bolzano, per poco non trova la rete del pari con Zanoski che non riesce a battere Irving. 

Poco prima della sirena, Tim Campbell spedisce il disco fuori dal ghiaccio prendendosi due minuti di penalità, ma il penalty kill biancorosso regge il vantaggio sino alla prima sirena.

HCB Zagabria 4Il gol del 3-1 di Angelo Miceli (foto Andrea GIOVANAZZI - HCBfans.net)

L'inizio della seconda frazione vede il Bolzano “uccidere” la penalità residua e poi sfiorare il raddoppio con Miceli che, in diagonale, sfiora il palo. Sul rovesciamento di fronte, Glira perde un disco sanguinoso in difesa, Zanoski ringrazia ed insacca la rete del pareggio ospite. Lo Zagabria prende coraggio e comincia a pressare il Bolzano che fatica ad uscire dal terzo di difesa. Il Bolzano, già privo di Catenacci rimasto negli spogliatoi, al 24:54 deve rinunciare per 10 minuti anche a Crescenzi colpevole di condotta antisportiva. La squadra di casa riprende però quota e torna a condurre il gioco, trovando il nuovo vantaggio poco prima di metà frazione grazie alla doppietta di Marco Insam che insacca un assist al bacio di Angelo Miceli, al termine di un contropiede da manuale avviato da Matti Kuparinen.

Lo Zagabria va in bambola e rischia di capitolare prima sulla doppia conclusione di Deluca e poi sul tiro a botta sicura di Mackenzie; in entrambe le occasioni è bravo il portiere croato a respingere. Ennesimo disco perso dai biancorossi in difesa e Irving riesce a evitare la marcatura avversaria.

Nel finale di tempo, il Bolzano assorbe senza particolari problemi la penalità di Miceli che poi provoca quella di Aviani. Bolzano avanti per 2-1 alla seconda sirena.

HCB Zagabria 5

Leland Irving salva su Armstrong (foto Andrea GIOVANAZZI - HCBfans.net)

I primi minuti dell'ultima frazione vedono la squadra ospite provare a cercare la rete del pareggio, ma Leland Irving è super su Armstrong; il portierone canadese dei Foxes, si disimpegna bene anche dopo una mischia furibonda davanti alla sua gabbia.

Nel momento forse di maggiore difficoltà, il Bolzano trova la rete del 3-1 con Miceli: il numero 26 biancorosso scambia con Marco Insam e conclude verso Rosandic che respinge; il “paisà” raccoglie il rebound, aggira la gabbia avversaria ed infila il disco in rete.

I Foxes sprecano due superiorità numeriche consecutive, rischiano sulla fucilata di Manavian dalla blu che chiama Irving al miracolo, poi colpiscono nel finale: prima è Tim Campbell a realizzare l'empty net con un tiro dal terzo difensivo; a 32 secondi dalla sirena, Markus Nordlund, imbeccato da Blunden e e Findlay realizza la quinta rete che chiude il match. 

Il Bolzano adesso è atteso dalla trasferta di CHL contro i polacchi del Tichy (fanalino di coda del girone) mercoledì 10, per poi andare a giocare in casa dello Znojmo venerdì 12; il possimo match fra le mura amiche sarà domenica 14/10 contro il Dornbirn.

 

HCB – MZA 5-1 (1-0; 1-1; 3-0):14:38 Marco INSAM PP1 (1-0); 21:32 Tom Zanoski (1-1); 28:57 Marco INSAM (2-1); 46:43 Angelo MICELI (3-1); 58:49 Tim CAMPBELL EN (4-1); 59:28 Markus NORDLUND (5-1)

 

Altri risultati:

RBS – G99 5-4 dts (0-1; 1-2; 3-1; 1-0 )

DEC – VIC 2-3 (0-0; 1-2; 1-1)

EHL – HCI 3-4 dts (0-1; 1-1; 2-1; 0-1) 

VSV – KAC 3-2 (1-0; 0-1; 2-1)

AVS – ZNO 4-2 (1-1; 1-1; 2-0)

 

Classifica (dopo 8 giornate):

 VIC 23 p.ti

G99 15

HCB 15

KAC 13 (2 partite da recuperare)

AVS 13

DEC 12

EHL 11

HCI 11

RBS 9 (1 partita da recuperare)

VSV 9

MZA 4 (1 partita da recuperare)

ZNO 2 (2 partite da recuperare)