di Sergio Bertoli

VI VOGLIAMO COSI’, questo è l’urlo della curva a fine partita, ma un’ora dopo, quando i nostri prodi escono alla spicciolata dallo spogliatoio si alza altissimo l’urlo: “O MAMMA MAMMA MAMMA HO VISTO POLLASTRONE E MAMMA’ INNAMORATO SO’ “ questo è il Bolzano che il Dr.Knoll e coach Pokel hanno messo in pista quest’anno, un Bolzano che, a mio modestissimo avviso è fra i 2/3 candidati a vincere la Ebel! Bolzano già ama questa squadra, i  nuovi ed i vecchi, che stanno facendo da collante sanno già che a Bolzano non si gioca per partecipare ma per vincere!


Egger e compagni giocano una partita perfetta e, seppur privi di Insam (sostituito da un fantastico FRANK) e Pope dominano per almeno 50 dei 60 minuti di gioco. Dopo un avvio vibrante degli ospiti sono i biancorossi a prendere il sopravvento, ma J.P. Lamoureux strozza più volte il grido in gola ai 2.000 presenti.Bolzano domina il secondo Drittel, ma il portierone ospite pare un muro invalicabile, finchè VAUSE, innescato da capitan EGGER trova il pertugio giusto per sbloccare il risultato al minuto 11:06 del periodo centrale. I biancorossi sono un fiume in piena e gli ospiti sono in balia degli attacchi dell’ARMATA BIANCOROSSA ma non cedono, finchè in situazione di power play (fuori McBRIDE), POLLASTRONE incendia il PalaOnda mettendo a sedere Lamoureux e infilando nel 7 un assist al bacio di capitan EGGER.La frazione finale vede le squadre molto stanche, Bolzano controlla il match grazie anche ad un JARO HU HU HU HUEBL in forma smagliante, finchè al minuto 12:46 BRODA, assistito da un infaticabile VAUSE fa scorrere i titoli di coda al match infilando la rete del 3 – 0 !  Con questo successo Bolzano si installa al 5°posto in classifica a -1 dalla 2° posizione, chi l’avrebbe mai detto all’incirca un mese fa?