Commento sito HCB VSV

 

 

Il Bolzano getta via, per l’ennesima volta questa stagione,

una partita che sembrava indirizzata pressoché comodamente sui binari di Via Galvani; infatti sono i carinziani del VSV a spuntarla in rimonta, vincendo per 3-4 al termine di 60 minuti comunque avvincenti. L’episodio chiave dell’incontro avviene al 44:20: Michele Marchetti, nel tentativo di afferrare al volo un disco vagante a mezz’aria, si fa male e non si avvede di Leiler che, liberissimo nello slot, fulmina Melichercik per il gol del 2-2.

La partita era cominciata molto bene per i biancorossi: al minuto 2:29 il VSV sbaglia clamorosamente il cambio delle linee e la coppia Petan-Halmo innesca Chris DeSousa che supera la difesa avversaria ed infila il puck all’incrocio dei pali. Passano circa 5 minuti ed il Bolzano raddoppia: in powerplay Mike Halmo innesca Alex Petan che realizza la sua ottava rete stagionale facendo esplodere il Palaonda. Subito il 2-0, il Villach si fa vedere dalle parti di Melichercik, ma Monardo salva tutto con un grande intervento in backchecking. Matt Tomassoni finisce in panca puniti, ma la “pk unit” del Bolzano regge a meraviglia e, nonostante la pressione asfissiante, il VSV non passa; gli ospiti rischiano grosso su un’azione di Petan che per poco non realizza la terza rete, ma fortunatamente per le aquile carinziane, il disco non trattenuto da un incerto Kickert danza poco fuori della linea di porta prima di venire allontanato. Sul finire della prima frazione, ancora con l’uomo in più, il Bolzano sfiora la rete del 3-0 prima con Halmo e poi con Petan, ma la prima sirena non vede alcuna variazione di punteggio e le due squadre vanno al riposo sul punteggio di 2-0.

Villach 1 resize

La frazione centrale comincia con il Bolzano che gode di 3 minuti circa di superiorità numerica, ma dopo un’occasione non concretizzata da Angelidis in apertura, il VSV si riordina e si difende con ordine dagli attacchi del Bolzano. I biancorossi superano indenni una prima inferiorità numerica (Schweitzer) per cedere alla seconda (Glira): azione insistita del VSV davanti alla gabbia di Melichercik, Verlic tira, il goalie dei Foxes respinge di gambale ed il disco arriva sulla stecca di Shields che insacca. Gli ospiti prendono coraggio e provano a trovare il pareggio, ma i biancorossi serrano le fila e riprendono ad attaccare, chiamando più volte Kickert all’intervento con Smith, Halmo e Frigo prima che la seconda sirena mandi le due squadre al riposo.

Villach 2 resize

Nel terzo periodo di gioco succede di tutto: dopo due occasioni non sfruttate dal Bolzano, il Villach trova un pareggio alquanto fortunoso grazie a Leiler che sfrutta l’infortunio occorso a Michele Marchetti; i biancorossi però reagiscono e, circa un minuto dopo, tornano in vantaggio grazie a Mike Halmo, innescato da Petan. Il Villach non demorde e, 81 secondi dopo, grazie all’uomo in più (out Egger per ritardo di gioco), trova il pareggio con Jordan Hickmott che trova il varco giusto fra Melichercik ed il palo. Il nuovo pareggio degli ospiti non sembra demoralizzare i biancorossi che si ributtano in attacco alla ricerca del nuovo vantaggio, ma al 52:04 ancora Hickmott sorprende il goalie dei Foxes sul suo palo e porta in vantaggio i suoi: è il gol che decide l’incontro; i biancorossi sembrano essere a corto di idee, rischiano di subire la quinta rete al 58:02 ma il palo salva la gabbia biancorossa dalla capitolazione. Nemmeno il time out chiamato dal coach Curcio che toglie il portiere per il sesto uomo di movimento, scuote i biancorossi che, proprio sulla sirena finale, sfiorano un pareggio che avrebbe avuto del miracoloso.

Il Bolzano tornerà sul ghiaccio venerdì 20/10, per vedersela alla Albert-Schulz-Halle contro i Vienna Capitals ancora imbattuti in questa EBEL 2017/2018.

 

Riccardo Giuriato

 

HCB-VSV 3-4 (2-0; 0-1; 1-3): 02:29 Chris DESOUSA (1-0); 07:12 Alex PETAN PP1 (2-0); 29:07 Dave Shields PP1 (2-1); 44:20 Valentin Leiler (2-2); 45:24 Mike HALMO (3-2); 46:45 Jordan Hickmott PP1 (3-3); 52:04 Jordan Hickmott (3-4)